Proposte

Vai al Login o Registrazione sono richiesti per sottoporre articoli.

Lista di controllo per la predisposizione di una proposta

Durante la procedura di trasmissione di una proposta, gli autori devono verificare il rispetto dei seguenti requisiti; la submission potrebbe essere rifiutata se non aderisce a queste richieste.
  • La submission non è stata precedentemente pubblicata, né proposta a un'altra rivista (oppure si fornisce una spiegazione all'editor nei commenti).
  • Il file di submission è in un formato OpenOffice, Microsoft Word, RTF, o WordPerfect.
  • Dove possibile, sono stati fornite le URL dei riferimenti
  • Il testo aderisce alle richieste stilistiche e bibliografiche riassunte nelle linee guida dell'autore, che si trova nella pagina di informazioni sulla rivista.
  • Il testo ha spaziatura singola; usa un font 12 punti ; impiega il corsivo invece della sottolineatura (eccetto con gli indirizzi URL); e tutte le illustrazioni, figure, e tabelle sono posizionate all'interno del testo nei punti appropriati, piuttosto che alla fine.
  • Se si sta facendo la submission a una sezione peer-reviewed della rivista, seguire le istruzioni su Come assicurare una revisione cieca.

Linee guida per gli autori

L'autore dovrà inviare l’articolo in formato Word o Open Office alla Segreteria di Redazione. In base ai contenuti dell’articolo la Redazione deciderà in quale sezione della rivista esso sarà inserito. La rivista pubblica prevalentemente in lingua italiana e spagnola. A discrezione della Redazione, tuttavia, potranno anche essere accettati contributi in altre lingue.

Norme redazionali

Gli originali saranno sottoposti a revisione editoriale e grafica.
Non ci sono limiti riguardo l’estensione dei contributi.
Il titolo avrà un’estensione massima di 120 caratteri, spazi inclusi.
Sotto il titolo si indicheranno il nome dell’autore e l’istituzione di appartenenza.
Ogni articolo deve essere accompagnato da un abstract dell’estensione massima di 600 caratteri nella lingua del testo e in inglese.
Ogni articolo deve essere accompagnato da 5 parole chiave nella lingua del testo e in inglese.
Si prevedono al massimo due livelli di paragrafi: i titoli dei paragrafi saranno in grassetto, i titoli dei sottoparagrafi saranno in corsivo.
Si potranno inserire note esplicative a piè pagina. Il rimando nel testo va prima della punteggiatura.
Le citazioni superiori alle tre righe avranno un rientro a sinistra di 1 cm e un corpo minore rispetto al testo.
Citazioni inferiori alle tre righe saranno incluse fra caporali («...»).
Per i virgolettati di qualsiasi natura all’interno di citazioni si utilizzeranno le virgolette alte («“...”»).
Il corsivo si utilizzerà esclusivamente per parole in lingue differenti da quella del testo e per uso metalinguistico.

Foto e immagini saranno inviate separatamente come allegato, in formato TIFF, JPG o simile e dovranno avere una qualità adeguata alla riproduzione (è consigliabile consultarsi con la Segreteria di Redazione). Le tabelle saranno inviate separatamente in formato Word o Excel. Nel testo si inserirà una didascalia e si indicherà il punto in cui si dovranno inserire le immagini o tabelle.

Riferimenti bibliografici:

Nel testo, il riferimento andrà fra parentesi seguendo il formato Autore, anno, numero di pagine es. (Segre, 1985a, 32-35). Il tomo o volume sarà indicato in numeri romani. Il nome dell’autore potrà essere omesso se si deduce dal contesto, es. (1985a, 32-35).

Nelle note le parentesi includeranno solamente l’anno e la pagina, es. Segre (1985, 32-35). I testi antichi (anteriori al 1850) si identificheranno attraverso l’indicazione dell’autore e/o il titolo abbreviato, es. (Amadís de Gaula, I, 23, 54); tali indicazioni saranno esplicitate nella Bibliografia finale.

Abbreviazioni ammesse:

Aut = Diccionario de Autoridades
c., cc. = carta/carte
cfr. = confronta
col. = collaborazione di
coord. = coordinazione di
Cov. = Tesoro de la lengua castellana o española de Sebastián de Covarrubias
dir. = direzione di
DRAE = Diccionario de la lengua española de la Real Academia Española
ed. = edizione di
es. = esempio
f., ff. = foglio/fogli
ibid. = ibidem
i.e. = id est
ms., mss. = manoscritto/i
p., pp. = pagina/e
r,v = recto/verso
rev. = revisione di
s.a. = senza anno
s.l. = senza luogo
trad. = traduzione di
v., vv. = verso/i
vol., vols. = volume/i

Bibliografia citata

Alla fine del contributo apparirà il titolo Bibliografia citata. La bibliografia, in forma di elenco, comprenderà solamente i lavori citati. Nel caso di opere dello stesso autore, il nome dell’autore sarà sostituito da un trattino lungo seguito da virgola ( — ,). I luoghi di edizione si citeranno nella lingua originale. La bibliografia sarà organizzata secondo gli esempi che seguono (il rientro sporgente si può omettere):

Libri e monografie

Amadís de Gaula = Garci Rodríguez de Montalvo, Amadís de Gaula, ed. Juan Manuel Cacho Blecua, Madrid, Cátedra, 1991.

Eisenberg, Daniel; Marín Pina, María del Carmen, Bibliografía de los libros de caballerías castellanos, Zaragoza, Prensas Universitarias de Zaragoza, 2000.

Segre, Cesare, Avviamento all’analisi del testo letterario, Torino, Einaudi, 1985a.

- , Semiotica, storia e cultura, Padova, Liviana, 1985b.

- , Critica e critici, Torino, Einaudi, 2012.

Articolo in rivista:

Beltrán, Rafael, «Els diàlegs matrimonials de la casa de Borgonya i els emblemes amorosos al Tirant lo Blanc», Tirant, 14 (2011), pp. 72-110. http://parnaseo.uv.es/tirant.htm

Cacho Blecua, Juan Manuel, «Los cuatro libros del Amadís de Gaula y Las sergas de Esplandián: los textos de Garci Rodríguez de Montalvo», Edad de Oro, 21 (2002), pp. 85-116.

 Contributo in volume:

Beltrán, Rafael, «“Conjúrote fantasma”: almas en pena y conjuros paródicos entre Tirant lo Blanc y Don Quijote», in Amadís de Gaula: quinientos años después. Estudios en homenaje a Juan Manuel Cacho Blecua, ed. José Manuel Lucía Megías e Ma Carmen Marín Pina, col. Ana Carmen Bueno Serrano, Alcalá de Henares, Centro de Estudios Cervantinos, 2008, pp. 43-61.

Lucías Megías, José Manuel, «Otro modo de leer los libros de caballerías: el ejemplo editorial de la ciudad de Sevilla», in Amadís y sus libros: 500 años, ed. Aurelio González e Axayácatl Campos García Rojas, México D.F., El Colegio de México, Centro de Estudios Lingüísticos y Literarios, 2009, pp. 13-53.

Opera collettiva:

Amadís y sus libros: 500 años, ed. Aurelio González e Axayácatl Campos García Rojas, México D.F., El Colegio de México, Centro de Estudios Lingüísticos y Literarios, 2009.

Amadís de Gaula: quinientos años después. Estudios en homenaje a Juan Manuel Cacho Blecua, ed. José Manuel Lucía Megías e Ma Carmen Marín Pina, col. Ana Carmen Bueno Serrano, Alcalá de Henares, Centro de Estudios Cervantinos, 2008.

Parole ritrovate

Questa sezione ripropone pagine di critica letteraria, teoria e storia della letteratura dimenticate o di difficile accesso, ma tuttora ricche di spunti e di suggesioni in grado di rinnovare la prospettiva di approccio a opere, generi e concetti critici invalsi. Le "parole" potranno essere "ritrovate" anche in traduzione.

Monografica

Questa sezione ospita articoli vincolati ai temi di discussione proposti annualmente nei seminari del Progetto Mambrino.

Miscellanea

Questa sezione pubblica trascrizioni di testi e documenti d'archivio ed altri materiali di carattere documentale relativi all'ambito della ricerca sulla letteratura cavalleresca.

Schede e Recensioni

Puede acoger artículos sobre otros temas relacionados con el ámbito de la revista, así como transcripciones de textos y documentos de archivo sobre literatura caballeresca

Sezione speciale

Le sezioni speciali della rivista non sono fisse: sono curate da singoli ricercatori o da gruppi di ricerca che propongono e coordinano articoli legati a un tema specifico e contingente.

Narrativa cavalleresca e Digital Humanities: progetti in corso

Questa sezione pubblica brevi schede informative sullo stato dell'arte di progetti in corso nell'ambito della fiction letteraria europea del Cinque-Seicento, che abbiano una relazione con la letteratura cavalleresca e che affrontino il proprio oggetto di studio dalla prospettiva delle digital humanities.

Tesi di dottorato

Si pubblicano schede descrittive di Tesi di Dottorato recentemente discusse o progetti di Tesi di Dottorato

Informativa sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi dichiarati e non verranno resi disponibili per nessun altro uso.