Sulla rivista

Historias Fingidas è una rivista internazionale di classe A promossa dal Progetto Mambrino che pubblica ricerche sul romanzo cavalleresco spagnolo come fenomeno europeo, al di là di frontiere geografiche e linguistiche e di barriere critiche precostituite tra i generi letterari e tra le discipline.

Ultimo numero

2022: Numero Speciale 1: Digital Humanities e studi letterari ispanici
Humanidades Digitales y Estudios Literarios Hispánicos - Historias Fingidas, número especial (2022)

ed. Stefano Bazzaco

Pubblicato: 2022-06-29

Fascicolo completo

Editoriale

Monografica

Visualizza tutte le uscite

«Estos son los que compusieron las historias fingidas en que se fallan las cosas admirables fuera de la orden de natura» (Amadís de Gaula, Pról.)

Zona che tutti rasentano e che pochi conoscono, alla periferia sia di chi si occupa di medioevo che di chi si occupa di moderno, la fiction cavalleresca del Cinquecento si sviluppa in una situazione di forte scompenso tra le letterature nazionali, che si confrontano e si inseguono, fra verso e prosa, nel vasto territorio segnato dall’egemonia dell’impero asburgico, dove i confini fra gli stati moderni sono ancora instabili. Il ruolo dei libros de caballerías in questo contesto non è ancora stato adeguatamente definito. Se in passato alcuni pregiudizi dalle radici profonde hanno contribuito alla rimozione di queste opere dai manuali di storia della letteratura, in tempi più recenti gli steccati disciplinari ostacolano quel dialogo che dovrebbe, invece, condurre ad una più nitida visione d’insieme.

Il problema può essere riaperto con uno sguardo diverso, insieme specialistico (direttamente puntato sui libros de caballerías) e di larghi orizzonti, senza frontiere geografiche e linguistiche (il romanzo cavalleresco come fenomeno europeo e ispanoamericano) e senza barriere critiche precostituite tra i generi letterari e tra le discipline; seguendo invece i percorsi dettati dai testi, assecondandoli, lasciandoli parlare...

Comitato Scientifico Internazionale: Carlos Alvar, Rafael Beltrán, Juan Manuel Cacho Blecua, Pedro Cátedra, Giuseppe Di Stefano, † Víctor Infantes, José Manuel Lucía Megías, María del Carmen Marín Pina, Barry Taylor.

Comitato Editoriale: María del Rosario Aguilar Perdomo, Nieves Baranda, Axayácatl Campos García Rojas, Luzdivina Cuesta Torre, Alberto Del Río Nogueras, Claudia Demattè, Francesco Fiumara, Vittoria Foti, Folke Gernert, Emma Herrán, José Julio Martín Romero, Elisabetta Sarmati, Aurelio Vargas Díaz Toledo.